Anche una guida turistica…

Chissà se ci sia mai stato un committente per una guida turistica che si occupasse degli aspetti più singolari, curiosi e sconosciuti della Sardegna. Chissà quanto c’è autobiografico dell’autore nel protagonista, Nicola, e nelle sue vicende personali. Chissà se la cugina di Nicola è in realtà la cugina dello scrittore, o se si tratta solo di un artificio narrativo. Tutti dubbi che restano insoluti.
Di certo c’è un bel libro. Una bella scoperta per la quale ringrazio Milvia che se n’era occupata nel suo Blog.
In “Nuraghe Beach”, la Sardegna costituisce, per così dire, l’asse portante, o il pretesto, di un discorso che tocca, in realtà, tanti temi, in alcuni casi sfiorandoli con leggerezza, in altri casi scendendo più in profondità, ma sempre con uno stile fresco ed originale.
Un libro corale, che si sviluppa, nella lunga premessa, come un dialogo tra il protagonista e sua cugina, e che poi raccoglie contributi e testimonianze (bellissime) da altri scrittori sardi, dalla fantomatica cugina (non si sa più se del protagonista, dell’autore, di entrambi, o di nessuno dei due), e perfino dalla mamma dell’autore.
Resta un dubbio… E la guida? La guida dov’è?
Ho avuto la fortuna di leggere questo libro durante la mia prima vacanza in Sardegna, a Cagliari. Posso così testimoniare di aver trovato riscontri precisi tra ciò che viene raccontato nel libro e quello che avevo già visto, o che sarei andato a cercare. Un solo esempio: i parenti dei detenuti che si avvicinano alla casa circondariale di Cagliari per incontrare – sia pure a distanza – il proprio congiunto (grazie alla tolleranza e all’umanità delle guardie che si girano, per un po’, dall’altra parte). Una scena che mi aveva profondamente toccato e che ho ritrovato, descritta benissimo, nel libro di Flavio Soriga.

Flavio Soriga – “Nuraghe Beach – La Sardegna che non visiterete mai” – Ed. Laterza – collana Contromano

 

Annunci

5 thoughts on “Anche una guida turistica…

  1. @soriana
    sapessi come sono contento io… Scherzi a parte, trovare bei libri è sempre un piacere, ed il metodo migliore è quello di servrirsi dei consigli di altri lettori. Grazie.

  2. Milvia a te ha consigliato di leggere Nuraghe Beach, a me  di leggere la tua recensione e visto che a te è piaciuto il libro a me la recensione, un grazie a lei per i consigli e a te per le belle parole. Raffaela Pani (la mamma dell'autore).toc

  3. @ Raffaela Pani
    Il tuo commento mi ha immensamente onorato ed emozionato. Grazie. Grazie soprattutto per ciò che – di te – è finito in questo libro. Abbastanza per capire che sei una persona davvero speciale.

  4. Grazie Gino Luigi, per i tuoi complimenti. Speciali siete tu, Milvia, Francesco e i tanti amici che nei loro blog, con le recensioni dei libri che leggono, trasmettono anche a noi belle emozioni letterarie. Raffaela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...