“Sono come me ma si sentono meglio…” (*)

Pensano proprio che noialtri siamo dei bamba, degli gnucchi, dei fessi, dei beoti.La legge cui si stanno dedicando appassionatamente non riguarda nessuno dei problemi che noi cittadini siamo costretti ad affrontare quotidianamente (problemucci come l’occupazione, la scuola, il futuro dei nostri figli, ecc.), e loro pensano che noi non ci accorgiamo di questa macroscopica contraddizione. A parte questo, vogliono spacciare questo disegno come un opera meritoria che stabilisce finalmente “tempi certi” per la giustizia. Mentre è indubbio che servirà a stabilire “tempi certi” per l’ingiustizia.
A riguardo faccio un semplice ragionamento: proviamo a immaginare chi sta attendendo con ansia che questa legge venga approvata.
Mi immedesimo per un attimo in una vittima, in un cittadino che ha subito un torto ed attende pazientemente che venga fatta giustizia: non credo che sarei soddisfatto dell’approvazione di queste norme. Ma se, viceversa, provo a calarmi nei panni di un truffatore, di un delinquente, di un prevaricatore, allora sì che mi metto a  tifare per la maggioranza, perché approvi immediatamente questa legge benedetta.
Basterebbe questo a fare chiarezza sugli interessi che stanno dietro a questo infausto progetto, ma loro sono convinti  che noi non siamo in grado di pensare, e così vanno avanti con la propaganda e pretendono di convincerci che Gesù sia morto di freddo.

Oggi in Puglia ci sono le primarie: si deciderà se il candidato del centro-sinistra sarà il presidente uscente Nichi Vendola, oppure un altro. L’identità dell’altro non conta, perché serve solo a garantire degli equilibri di potere, perché serve solo a collocare nella apposita casella una figura che garantisca ai possibili alleati di esercitare liberamente il ruolo di ago-della-bilancia per condizionare pesantemente, sia pure con un quantitativo esiguo di voti, le scelte della eventuale futura giunta di coalizione.
Non importa che Nichi, in questi anni, abbia dimostrato di avere le idee, i progetti e le capacità per tradurre i propositi in atti concreti:  la progettualità deve vedersela contro l’equilibrismo delle alleanze, con la spartizione del consenso, con i soliti giochetti della pletora di mezzani che vive di parassitismo politico.
Ieri D’Alema -il burattinaio che ha orchestrato questa manovra- è stato intervistato in TV da Fabio Fazio. Ho notato che il nel suo eloquio ricorre frequentemente l’avverbio “francamente”, a volte sostituito da “sinceramente” o da altre espressioni simili. Io credo che un politico dovrebbe essere sempre franco e sincero, e che se ha invece bisogno di specificare il suo atteggiamento ad ogni passo, vuol dire che gatta ci cova e che sarà difficile che ci racconti delle verità.

Ma loro pensano che noi…

(*) il titolo del post è un verso del brano “Quelli Che Benpensano “ di Frankie Hi NRG-MC (1997)

Annunci

8 thoughts on ““Sono come me ma si sentono meglio…” (*)

  1. Analisi corretta, condivido. Ma oltre ad indignarci per tutto ciò, mi chiedo cos’altro possiamo fare per modificare questo andazzo… dall’alto delle colline murgesi?
    Un saluto. Beppe S.
    P.S.: Bella la foto.

  2. Analisi corretta, condivido. Ma oltre ad indignarci per tutto ciò, mi chiedo cos’altro possiamo fare per modificare questo andazzo… dall’alto delle colline murgesi?
    Un saluto. Beppe S.
    P.S.: Bella la foto.

  3. @beppestarnazza

    Esercitare liberamente il diritto al voto, senza lasciarsi condizionare da appartenenze o da favori, già sarebbe una buona partenza. In fondo è già accaduto con queste primarie, basta continuare.
    Strana coincidenza: la foto che ti piace tanto viene proprio dalla Murgia.

  4. @beppestarnazza

    Esercitare liberamente il diritto al voto, senza lasciarsi condizionare da appartenenze o da favori, già sarebbe una buona partenza. In fondo è già accaduto con queste primarie, basta continuare.
    Strana coincidenza: la foto che ti piace tanto viene proprio dalla Murgia.

  5. Mi trovo d’accordo…. a mio avviso il sistema è corrotto, cercano di far fesso il popoletto per truffarlo al meglio… chi trova dei risvolti positivi in tutta questa faccenda, sono come hai ben detto i criminali (qualunque tipologia di criminale). Loro ci mettono le bende sugl’occhi… e noi come dei polli, (la maggioranza di noi) ci lasciamo infinocchiare bevendoci tutti i loro buoni propositi… come dico sempre io: SVEGLIA ITALIA! Che è già mattina!… e che mattina…

    Comunque ciò che mi ha spinto ad entrare nel tuo blog è stata la tua presentazione! Complimentissimi soprattutto per i gusti musicali io "suono" il pianoforte e sono una pseudocantante jazz, sto mettendo su un progetto dove tra le influenze c’è anche Janis Joplin… e vedere che in giro c’è ancora qualcuno che apprezza questo genere di musica mi da quell’input in più!

    Tornerò presto a trovarti!
    Buona domenica!
    Namrata.

    Ps: sul mio blog sto affrontando, a piccole dosi, il tema della felicità; se ti va passa dalle mie parti, mi farebbe tanto piacere avere delle opinioni di altre persone

  6. Mi trovo d’accordo…. a mio avviso il sistema è corrotto, cercano di far fesso il popoletto per truffarlo al meglio… chi trova dei risvolti positivi in tutta questa faccenda, sono come hai ben detto i criminali (qualunque tipologia di criminale). Loro ci mettono le bende sugl’occhi… e noi come dei polli, (la maggioranza di noi) ci lasciamo infinocchiare bevendoci tutti i loro buoni propositi… come dico sempre io: SVEGLIA ITALIA! Che è già mattina!… e che mattina…

    Comunque ciò che mi ha spinto ad entrare nel tuo blog è stata la tua presentazione! Complimentissimi soprattutto per i gusti musicali io "suono" il pianoforte e sono una pseudocantante jazz, sto mettendo su un progetto dove tra le influenze c’è anche Janis Joplin… e vedere che in giro c’è ancora qualcuno che apprezza questo genere di musica mi da quell’input in più!

    Tornerò presto a trovarti!
    Buona domenica!
    Namrata.

    Ps: sul mio blog sto affrontando, a piccole dosi, il tema della felicità; se ti va passa dalle mie parti, mi farebbe tanto piacere avere delle opinioni di altre persone

  7. Sono venuta qui per curiosità dopo quanto mi hai scritto su fb, e ho letto "a campione" questo post, mi fa sempre molto piacere ritrovarmi in altre voci, specie quando sono così nitide.
    Sottoscrivo quanto hai detto qui, anch’io continuo a sostenere che bisogna continuare ad esercitare il diritto-dovere di voto. Pare però che la parola diritto non risvegli in molti la decisione a FARE la propria parte e che quella di dovere sia sconosciuta ai più, relegata in qualche recondito spazio cerebrale, da quando in questa società assurda il diritto ed il divertimento sembrano associarsi (per vie tortuose) mentre il dovere rappresenti qualcosa di molto vago, rinnegato nella sua accezione più nobile (e non esagero) relegato in posizioni sgradevoli e retrogade. In questo caso invece se ci rendessimo conto che il dovere di ricordarci di essere cittadini di questo paese e del mondo nello stesso tempo (ditemi chi può DAVVERO pretendere separazioni nette?!) ci OBBLIGA moralmente a FARE la nostra parte,avremmo di sicuro maggiori risultati. Ma questo implica un impegno costante nella vita di ogni giorno, smontando i cardini su cui tutto questo lercio gira ben oliato dal denaro, usando comportamenti, atteggiamenti, e quant’altro sia necessario, per contrastare questo schifezza che quotidianamente ci rovesciano addosso, educando i nostri figli alla vera socialità, alla condivisione, al rispetto degli altri come di se stessi, prendendoci il fastidio di dover scegliere andando a votare, caricandoci quindi di quella parte di responsabilità che ci spetta e ci tocca, perchè ci spetta il diritto di liberarci di tutti questi criminali (indagati, condannati e in attesa di giudizio) e ci tocca l’impegno che ci vuole per farlo. E devo dire che sono convinta che bisogna partire da noi. In fondo se siamo a questo punto è perchè noi, a milioni, lo abbiamo permesso ma i milioni sono comunque noi, ciascuno di noi, individui in carne ed ossa. Alcuni ci sono cascati, altri sono stati ingannati, molti troppo stanchi per leggere tra le righe, ma tanti senza un briciolo di criticità , persi nei cllichè dei falsi modelli proprosti a tutte le ore dalla peggiore dittatura che il mondo abbia mai vissuto, quella dei mass-media,metodica e puntuale nei suoi obbiettivi e nei modi per raggiungerli, hanno credut o e credono ferventemente in una colossale bugia.
    Mammina, spero di non sembrare invasata, ma non riesco a considerare la politica una cosa astratta. E’ nella vita di ognuno di noi in modo così "intimo", dalle leggi che regolano la nostra vita lavorativa e quella sociale, ai diritti che vengono riconosciuti o negati, dalle possibilità offerte, alle porte sbattute in faccia grazie a cavilli legali e chi più ne ha più ne metta, che quando qualcuno mi dice "sai, non mi interesso di politica…" a me scappa sempre di rispondere "ma lei si interessa molto a te".
    Bene, mi sa che possa bastare…cavolo che tirata, ma tanto non posso fare molto di più in questi giorni di "fermo obbligato". ^_^
    A presto.

  8. Sono venuta qui per curiosità dopo quanto mi hai scritto su fb, e ho letto "a campione" questo post, mi fa sempre molto piacere ritrovarmi in altre voci, specie quando sono così nitide.
    Sottoscrivo quanto hai detto qui, anch’io continuo a sostenere che bisogna continuare ad esercitare il diritto-dovere di voto. Pare però che la parola diritto non risvegli in molti la decisione a FARE la propria parte e che quella di dovere sia sconosciuta ai più, relegata in qualche recondito spazio cerebrale, da quando in questa società assurda il diritto ed il divertimento sembrano associarsi (per vie tortuose) mentre il dovere rappresenti qualcosa di molto vago, rinnegato nella sua accezione più nobile (e non esagero) relegato in posizioni sgradevoli e retrogade. In questo caso invece se ci rendessimo conto che il dovere di ricordarci di essere cittadini di questo paese e del mondo nello stesso tempo (ditemi chi può DAVVERO pretendere separazioni nette?!) ci OBBLIGA moralmente a FARE la nostra parte,avremmo di sicuro maggiori risultati. Ma questo implica un impegno costante nella vita di ogni giorno, smontando i cardini su cui tutto questo lercio gira ben oliato dal denaro, usando comportamenti, atteggiamenti, e quant’altro sia necessario, per contrastare questo schifezza che quotidianamente ci rovesciano addosso, educando i nostri figli alla vera socialità, alla condivisione, al rispetto degli altri come di se stessi, prendendoci il fastidio di dover scegliere andando a votare, caricandoci quindi di quella parte di responsabilità che ci spetta e ci tocca, perchè ci spetta il diritto di liberarci di tutti questi criminali (indagati, condannati e in attesa di giudizio) e ci tocca l’impegno che ci vuole per farlo. E devo dire che sono convinta che bisogna partire da noi. In fondo se siamo a questo punto è perchè noi, a milioni, lo abbiamo permesso ma i milioni sono comunque noi, ciascuno di noi, individui in carne ed ossa. Alcuni ci sono cascati, altri sono stati ingannati, molti troppo stanchi per leggere tra le righe, ma tanti senza un briciolo di criticità , persi nei cllichè dei falsi modelli proprosti a tutte le ore dalla peggiore dittatura che il mondo abbia mai vissuto, quella dei mass-media,metodica e puntuale nei suoi obbiettivi e nei modi per raggiungerli, hanno credut o e credono ferventemente in una colossale bugia.
    Mammina, spero di non sembrare invasata, ma non riesco a considerare la politica una cosa astratta. E’ nella vita di ognuno di noi in modo così "intimo", dalle leggi che regolano la nostra vita lavorativa e quella sociale, ai diritti che vengono riconosciuti o negati, dalle possibilità offerte, alle porte sbattute in faccia grazie a cavilli legali e chi più ne ha più ne metta, che quando qualcuno mi dice "sai, non mi interesso di politica…" a me scappa sempre di rispondere "ma lei si interessa molto a te".
    Bene, mi sa che possa bastare…cavolo che tirata, ma tanto non posso fare molto di più in questi giorni di "fermo obbligato". ^_^
    A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...