Un anno alla Casa Bianca

Non è che mi aspetti cose strabilianti dalla presidenza di Barack Obama. Fare peggio di quanto avesse combinato Bush Jr. è praticamente impossibile, ma di qui ad una svolta radicale nella politica interna ed estera degli Stati Uniti d’America ce ne corre. Per questa ragione, pur avendo apprezzato i primi passi compiuti dal presidente in campo internazionale, ho accolto con stupore (anche lui – del resto – ha avuto la stessa reazione) il premio Nobel per la pace recentemente conferitogli. E’ trascorso un anno dalla sua elezione, un anno in cui la sua popolarità ha subito forti oscillazioni; un anno in cui si sono alternati successi e sconfitte. Proprio in questi giorni è stata diffusa la notizia del picco massimo raggiunto dall’indice di disoccupazione mentre è di stamattina quella dell’approvazione, da parte della camera, del suo progetto di riforma sanitaria.
Mi ha però colpito il suo modo di comunicare. Trovo il suo linguaggio sincero, schietto, diretto, assai diverso dal “politichese” cui i nostri rappresentanti ci hanno abituato.
All’indomani della sua elezione, dovendo nominare circa ottomila nuovi dirigenti, ha obbligato i candidati  a rispondere a 63 domande che riguardavano la loro vita pubblica e privata, i loro interessi, la loro carriera professionale, la situazione economica e patrimoniale… Insomma, una indagine a tutto campo per accertare che gli aspiranti ai posti chiave dell’amministrazione americana fossero in possesso dei requisiti professionali, culturali e morali ritenuti indispensabili a ricoprire incarichi pubblici di rilievo.
Credo che da noi una iniziativa del genere non sarebbe stata possibile. A partire dal nostro premier, e scendendo via  via fino agli incarichi minori, credo che in molti sarebbero stati in grave imbarazzo nel fornire le risposte al questionario.

A titolo di esempio, riporto di seguito alcune domande (il questionario completo lo trovate qui):

  •  (5) Lei o il suo coniuge è stato mai iscritto come lobbista o come altro rappresentante legislativo allo scopo di influenzare gli atti legislativi o amministrativi del governo federale o statale? Lei o il suo coniuge avete mai ricevuto una remunerazione per aver agito in qualità di lobbista o di rappresentante legislativo? Se sì, fornisca i dettagli.
  • (13) Comunicazioni elettroniche: se lei ha mai inviato delle comunicazioni attraverso sistemi elettronici, inclusi ma non soltanto la posta elettronica, i messaggi di testo o i messaggi istantanei, descriva le comunicazioni che, se rese di pubblico dominio, potrebbero suggerire l’esistenza di un conflitto di interessi o rappresentare una possibile fonte di imbarazzo per lei, per la sua famiglia o per il Presidente eletto.
  • (20) Oltre agli organismi di cui alle precedenti domande 15-19, fornisca i nomi e gli estremi di qualunque persona o organizzazione con la quale lei o il suo coniuge siete associati e che potrebbe configurare un conflitto di interessi nei confronti della sua candidatura a un impiego lavorativo federale o che potrebbe costituire una fonte di imbarazzo.
  • (34) Lei e il suo coniuge avete pagato tutte le tasse sui redditi dovute a titolo federale o locale e quelle dovute in base a giurisdizioni straniere?
  • (42) Elenchi tutte le cause legali che lei o il suo coniuge avete avuto in qualità di querelanti e quelle nelle quali lei o il suo coniuge siete avete avuto come imputati o in qualità di terze parti, e quelle nelle quali lei o il suo coniuge avete deposto o testimoniato in un processo. Fate riferimento anche ad ogni arbitrato, mediazione o ricorsi nei procedimenti di divorzio e per altre relazioni familiari.
  • (46) E’ mai accaduto che qualunque membro della sua famiglia o che un suo stretto conoscente o associato in affari sia stato imputato e/o riconosciuto colpevole per un crimine diverso da una violazione secondaria del codice stradale? Se sì, identifichi e descriva tale arresto, imputazione o condanna.
    Fornisca le stesse informazioni con riferimento a qualunque persona che si trovi sotto il suo comando professionale e a qualunque vostro superiore.
  • (61) Ha mai avuto rapporti con qualunque persona, gruppo o impresa d’affari che potrebbero essere usati – anche in modo disonesto – per controllare o attaccare la sua persona e le qualifiche riferite ad un lavoro per il governo?
  • (62) Conosce qualcuno o qualche organizzazione, sia privata che pubblica, compresa qualunque organizzazione del mondo dell’informazione, che potrebbe apertamente o di nascosto, in modo onesto o disonesto, fare qualcosa per criticare la sua nomina? Se sì, definisca e spieghi gli elementi alla base di una possibile critica.
  • (63) Fornisca ogni altra informazione, anche riferita ad altri componenti della sua famiglia, che potrebbe suggerire un conflitto di interessi o rappresentare una possibile fonte di imbarazzo per lei, per la sua famiglia o per il Presidente eletto.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...