L'altro lato

Ho ascoltato un programma che non è tra quelli che preferisco – "L’altro lato", su radiodue – ma ne valeva decisamente la pena. Ospite di Federico Taddia oggi era Franca B.che da tempo presta i suoi libri a chiunque ne faccia richiesta, servendosi del suo blog. Franca se l’è cavata molto bene. Nessuna soggezione del microfono, nè del fatto di parlare al vasto e attento pubblico radiofonico: è riuscita a spiegare bene tutti gli aspetti della sua singolare iniziativa. La redazione del programma le ha riservato anche l’opportunità di dialogare telefonicamente con Andrea De Carlo, uno degli scrittori maggiormente "gettonati" tra quelli che lei propone, ed anche in questo caso ne è venuto fuori un momento gustoso.

Tra gli aspetti più significativi della sua iniziativa c’è la possibilità che viene data ai lettori, di commentare il libro. In questo modo i lettori che si succedono hanno la possibilità di leggere questa composita "postfazione" – opera di chi li ha preceduti – che oltre ad aiutare a cogliere dettagli significativi dell’opera, crea un dialogo a distanza fra persone diversissime e lontane, e il libro stesso diventa il mezzo per questo rapporto.

Tempo fa mi aveva colpito una intervista a Gad Lerner. Il giornalista, parlando delle sue letture, disse che aveva l’abitudine di costellare le pagine dei suoi libri con annotazioni. Disse che a volte gli appunti servivano per il suo lavoro, ma che nella maggior parte dei casi riferivano riflessioni, emozioni, pensieri. Gli piaceva l’idea che un giorno i suoi libri sarebbero passati nelle mani dei suoi figli e che leggendo quelle note, loro avrebbero potuto continuare, sia pure con questa strana "mediazione" ad avere un dialogo con lui.

L’iniziativa di Franca ha molte analogie con l’abitudine di Lerner e ne dilata i confini.

Annunci

4 thoughts on “L'altro lato

  1. Io uso annotare, a matita, nella pagina interna della copertina le parole, che incontro leggendo, delle quali intendo approfondire il significato. Su un quaderno, i passi da non dimenticare.

    Un’altra cosa:
    neanche sfoglio il libro se prima non lo rilego anche assicurandovi un nastrino per segnalibro.

  2. @gusy
    Mi piace Taddia, è fra gli autori di Fiorello (viva radio due), e anche l’idea del programma non è male. Dicevo solo che non è tra quelli che preferisco. Non mi sono mai chiesto perchè. Adesso che mi ci fai pensare…non so…forse preferisco che la gente si sforzi di essere migliore nel suo lato “a”, invece di manifestare il meglio di se solo nella faccia nascosta….ma è solo un’ipotesi. Comunque grazie per il commento.

  3. Ti ringrazio per le belle parole che hai usato per me e per la mia iniziativa.
    Nonostante i tuoi numerosi impegni resto comunque fiduciosa di poterti affidare un mio libro, un giorno.
    A presto!
    F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...